accedi - esci

L’accesso ad ulteriori approfondimenti è consentito solo agli utenti registrati.

Per effettuare la registrazione cliccare su ...

... e seguire le indicazioni.

Messaggio

Messaggio
  • Direttiva e-Privacy EU

    Questo sito web utilizza i cookies per gestire l'autenticazione, la navigazione, e altre funzioni. Utilizzando il nostro sito, l'utente accetta che possiamo mettere questi tipi di cookies sul suo dispositivo.

Esperienze di qualità > tutti gli articoli

Banca dati sulle esperienze di qualità sviluppate nelle scuole, nei servizi socio-educativi e nelle comunità residenziali. L'obiettivo è quello di diffondere, socializzare e possibilmente standardizzare le buone prassi, rendendole un patrimonio a disposizione di quanti operano nei contesti educativi e riabilitativi.

La visualizzazione dell'intero archivio degli articoli è riservata agli utenti registrati.

 

Progetto EAN - European Antibullying Network

Attenzione: apre in una nuova finestra. PDFStampa

Esperienze di qualità - disturbi della condotta

Scritto da Redazione Giovedì 05 Giugno 2014 11:11

 

 

 

 

 

 

 

 

 

La diffusione incrementale del bullismo è sintomatica dell’incapacità della società di affrontare efficacemente il fenomeno e di garantire la tutela dei diritti dei minori.

Il progetto EAN mira a:
analizzare le origini sociali e le dimensioni del fenomeno, sviluppare una strategia concreta ed europea di prevenzione e lotta al bullismo, sostenere la partecipazione attiva dei minori, attraverso iniziative concrete che li coinvolga direttamente.

I diretti beneficiari del progetto sono i minori vittime di bullismo sia all’interno del loro ambiente scolastico che in un più ampio contesto sociale, ma anche gli autori di atti di bullismo e i cosiddetti “osservatori”.

I beneficiari indiretti sono gli insegnanti, i genitori, le agenzie governative, gli enti pubblici, le NGO, ai quali sono rivolti alcuni dei risultati del progetto.

Il progetto coinvolge 17 partner di 12 Stati membri dell'Unione Europea e ha un suo sito ufficiale, disponibile anche nella versione italiana (www.antibullying.eu).

 

A livello locale, COOSS Marche ha contribuito alla campagna di sensibilizzazione attraverso un progetto concreto di intervento, in collaborazione con il Comune di Ancona e l’istituto Comprensivo “Quartieri Nuovi” – Scuola Rodari.

In particolare il progetto denominato “Leaderbus” si è rivolto ai ragazzi che usufruiscono del servizio Scuolabus della scuola primaria con l'obiettivo di combattere gli episodi di bullismo che si verificano durante il trasporto degli alunni nello scuolabus, favorendo la capacità di gestire efficacemente e creativamente gli aspetti conflittuali attraverso la promozione del concetto di leadership positiva: trasformare i comportamenti prevaricativi in potenzialità positive, che contribuiscano a creare un ambiente partecipativo.

Il progetto LEADERBUS ha proposto un’azione pilota con i 34 ragazzini che usufruiscono quotidianamente di uno scuolabus (una tratta specifica), coinvolgendoli in attività educative proposte dalla compagnia teatrale “Fuori copione”, basate sulla drammatizzazione e la raffigurazione grafica di alcuni episodi di bullismo che si possono verificare durante il tragitto.

 

Per ulteriori informazioni sul progetto LEADERBUS e sulle attività formative svolte con i ragazzi, rivolgersi a:

Francesca Cesaroni – Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

Valutazione attuale: / 1
ScarsoOttimo 
 

Progetto HIPE4ASD - HELP FOR INSTANT PROFESSIONAL EFFICIENCY FOR ASD

Attenzione: apre in una nuova finestra. PDFStampa

Esperienze di qualità - autismo

Scritto da Redazione Giovedì 20 Marzo 2014 09:35

 

Il progetto europeo HIPE4ASD - HELP FOR INSTANT PROFESSIONAL EFFICIENCY FOR ASD, finanziato con il sostegno della Commissione Europea nell’ambito del programma LLP - Lifelong Learning Programme, consiste nella progettazione e nella sperimentazione di un percorso formativo rivolto ad operatori  che a diverso titolo, nell’esercizio della loro professione, si trovano ad interagire con persone con ASD - Disturbo dello Spettro Autistico (operatori socio-sanitari, autisti, cuochi, assistenti di base, assistenti scuolabus).

Il corso intende fornire conoscenze e competenze di base che favoriscano la comprensione, la comunicazione e la relazione con persone con autismo, partendo dal presupposto che la possibilità di sviluppo e inclusione sociale delle persone con ASD dipende in maniera significativa non solo dalla qualità delle azioni riabilitative ed educative che vengono messe in atto dagli operatori specializzati, ma anche dalle modalità di approccio di tutte le persone che interagiscono con loro nell’ambiente di vita.

Il corso è stato elaborato  sulla base di un modello formativo francese proposto da SESAME AUTISME LANGUEDOC e segue l’approccio ECVET sulle competenze.

I Partners hanno adattato il modello esistente ai profili e alle esigenze dei professionisti coinvolti, tenendo conto di vincoli e specificità contestuali, e lo hanno testato con target diversi.

Il percorso formativo realizzato in Italia ha avuto una durata di 20 ore, articolate in 4 incontri svolti da quattro docenti diversi. Il corso si è svolto ad Ancona tra ottobre e novembre 2013 presso le aule di formazione della COOSS Marche.

Il progetto HIPE4ASD ha coinvolto i seguenti Partners europei:

SESAME AUTIME LANGUEDOC
Promotore del progetto
Hervé BONNIN (Francia)

 

PASSEPORT EUROPE
Coordinatore
Marie-Claude ESCULIER (Francia)

 

FORO TECNICO DE FORMACION
Imma MIRALLES (Spagna)

 

PERE TARRES FOUNDATION
Daniel FERRER (Spagna)

 

EDUCATION REKTORATE OF THESSALY
Vasiliki ZIAKA (Grecia)

 

COOSS MARCHE ONLUS SRL
Francesca CESARONI (Italia)

 

SPECIALIST PEOPLE FOUNDATION
Steen THYGESEN (Danimarca)

Valutazione attuale: / 3
ScarsoOttimo 
   

Un intervento educativo riabilitativo scolastico e domiciliare

Attenzione: apre in una nuova finestra. PDFStampa

Esperienze di qualità - autismo

Scritto da Redazione Lunedì 04 Aprile 2011 09:24

Viene presentata nel file scaricabile l'esperienza di tirocinio svolta dalla corsista Alessia Buonviaggio per il corso di "Operatori di servizi per l'autismo" presso il centro "Progetto Autismo Età Evolutiva Regione Marche" dell'Unità Operativa di Neuropsichiatria Infantile di Fano (PU).

Si tratta di un intervento educativo riabilitativo attuato a scuola e a casa con un bambino con autismo di 7 anni preso in carico dal centro. Tale intervento ha avuto principalmente come obiettivo lo sviluppo delle capacità di autonomia personale e delle capacità di comprensione di parole.

Valutazione attuale: / 7
ScarsoOttimo 
 

La frequenza dei servizi diurni: attività educative funzionali all’adattamento

Attenzione: apre in una nuova finestra. PDFStampa

Esperienze di qualità - autismo

Scritto da Redazione Giovedì 31 Marzo 2011 15:26

Viene descritta nel file scaricabile l'esperienza di tirocinio per un corso di Operatore per la Disabilità - settore autismo presso un Centro diurno socio-educativo riabilitativo per disabili adulti.

Si tratta di un intervento educativo realizzato con un'utente con diagnosi di autismo associato a ritardo mentale medio-grave. Tale intervento si è focalizzato su diverse aree di abilità che, ad una valutazione iniziale, erano risultate carenti; in particolare, è stato impostato un lavoro riabilitativo su alcune abilità cognitive, sull'autonomia personale e sociale, sulle capacità psicomotorie, linguistiche e relazionali, favorendo l'integrazione dell'utente con gli altri ragazzi disabili frequentanti il centro diurno.

Valutazione attuale: / 4
ScarsoOttimo 
   

Pagina 1 di 2