accedi - esci

L’accesso ad ulteriori approfondimenti è consentito solo agli utenti registrati.

Per effettuare la registrazione cliccare su ...

... e seguire le indicazioni.

Messaggio

Messaggio
  • Direttiva e-Privacy EU

    Questo sito web utilizza i cookies per gestire l'autenticazione, la navigazione, e altre funzioni. Utilizzando il nostro sito, l'utente accetta che possiamo mettere questi tipi di cookies sul suo dispositivo.

Gruppo Solidarietà (a cura di) (2018). DISABILITA’ E PROGETTO DI VITA.

Attenzione: apre in una nuova finestra. PDFStampaE-mail

Recensioni - integrazione e inclusione

Contrastare la re-istituzionalizzazione dei servizi

Il libro ha lo scopo di incoraggiare percorsi inclusivi, riflettendo sulla possibilità di servizi, progettati e gestiti partendo dalle esigenze e dai diritti delle persone.

Ricordandoci che può essere sbagliata la strada delle prestazioni specialistiche ed individualizzate, se non sono ingredienti di un pensiero più vasto, nel quale siano raccolte tutte le prospettive attraverso le quali, guardando una persona, possiamo dire “ecco, sta vivendo al meglio possibile”. La sfida più impegnativa appare quella di contrastare l'imporsi di risposte, che, nel nome della specializzazione vengono a separarsi dai normali contesti di vita, come fossero fabbriche di prestazioni, indifferenti al contesto sociale esterno. Percorsi che si pongono in maniera rassicurante, in quanto vengono declinati in termini di sicurezza, efficienza, semplificazione. Interventi di: Marco Bollani, Claudio Caffarena, Maurizio Colleoni, Lucio Cottini, Natascia Curto, Cecilia Marchisio, Franco Marengo, Roberto Medeghini, Giovanni Merlo, Fabio Ragaini.

 

Fonte: Gruppo Solidarietà (www.grusol.it)